IO NON CI STO, le iniziative benefiche dell’Associazione di Lodovica Mairè Rogati

10 Giugno 2022 By admin

Che l’Italia sia un Paese ricco di anime nobili sempre pronte a mobilitarsi per aiutare chi è in difficoltà è indubbio. Appena scoppiata la guerra in Ucraina gli italiani hanno subito raccolto fondi per aiutare i profughi  che scappavano dal conflitto. Al contempo, come sempre purtroppo, si sono manifestati anche diversi comportamenti opportunistici dove enti e personaggi noti erano solo interessati a farsi vedere solidali mostrandosi fintamente in prima linea.

Di certo degne di nota sono le innumerevoli attività svolte dall’attivista, attrice, documentarista e reporter Lodovica Mairè Rogati la quale con la sua Associazione no profit IO NON CI STO dal primo giorno si è recata varie volte al confine per portare aiuti umanitari alla popolazione e agli animali.

Di recente Lodovica Mairè Rogati ha partecipato al concerto di beneficenza organizzato dalla Fondazione Parioli Onlus, il suo circolo di famiglia. Precisamente la serata si è svolta il 9 Maggio all’Oratorio del Gonfalone, una delle infinite perle di Roma in pieno centro storico, e l’obiettivo è la raccolta fondi per i bambini dell’Ucraina. Ad esibirsi è stata la famosa pianista di Kiev Olga Zdorenko insieme ai suoi piccoli allievi e a due giovani soprani anch’esse scappate dalle bombe della Capitale poche settimane fa. Una serata commovente fatta di musica sublime, momenti di vicinanza e dolci sorrisi in una sala gremita di persone. Prima del concerto la storica dell’arte Francesca Macera ha raccontato la storia dell’Oratorio del Gonfalone illustrando tutti i meravigliosi dipinti presenti alle pareti.

In rete sono tante le testimonianze delle iniziative di beneficenza dell’Associazione IO NON CI STO di Lodovica Mairè Rogati. Di seguito, ad esempio, trovate alcune foto pubblicate dalle testate locali romane durante una delle giornate di beneficenza promosse da IO NON CI STO per la donazione di pasti e beni primari ai senza tetto della Capitale. Qui invece trovate una pagina di approfondimento presa dal sito dell’Associazione: violenza sulle donne.